martedì 17 luglio 2012

It's ovah

E quindi pare che mi sia laureata.
Dottoressa in Giurisprudenza.
Non vi dico la fatica di spiegare a mio nonno che no, non sono avvocato. "Ma come, dopo tutti 'sti anni e non sei neanche avvocato?". NO. E neanche lo sarò mai!
Comunque, il giorno prima della discussione mi sono diretta verso Città della Nebbia in treno. No aria condizionata. Trecento gradi centigradi. Attesa di un'ora per la coincidenza. Primo panino mangiato. Secondo treno. Ancora no aria condizionata, gente molto puzzolente e bambini urlanti. Io che cercavo di ripassare il mio discorso. Lammorte.
Arrivo. Prendo l'autobus, due milioni di gradi centigradi, sudore a profusione, vado a ricevimento. Perché dovete sapere che io il mio relatore non lo vedevo da tipo un mese perché ha pensato bene di andare all'estero e di tornare il giorno prima della mia laurea. Dunque io non sapevo NIENTE. Cosa dovevo dire, quanto tempo avrei avuto, se la tesi gli era piaciuta. Zero. E lui, alle sedicietrenta del giorno prima della discussione e in un mare di sudore che lo hanno fatto sembrare solo un pelo meno figo, ha pensato bene di dirmi che no, il discorso che avevo preparato io non andava assolutamente bene e che dovevo rifarlo. BENE. Niente panico. Niente panico.
Per fortuna avevo deciso di rimanere lì a dormire, altrimenti non avrei mai fatto in tempo a rifare tutto. Invece ce l'ho fatta. E ho anche dormito la notte. Non tantissimo, ma almeno non sono rimasta a fissare il soffitto.
E poi è stato il giorno della mia laurea. E faceva caldo, un caldo fottuto.
Sono arrivati i miei, con i nonni e con le mie due migliori amiche. Ah, e i miei zii con le mie due cuginette, una delle quali è amichevolmente soprannominata "l'Anticristo".
"Quando tocca a te?" Non lo so. I sadici della mia uni hanno messo fuori una lista, ma sopra c'era scritto in gigante "Non costituisce l'ordine di entrata". Ma perché? PEEERCHE'?? Poi c'era un computer dove sarebbero dovuti spuntare i nomi di quelli che dovevano prepararsi a entrare. Tipo roulette russa.
Ma comunque è giunto il mio turno, mi sono messa la mia giacca (perché me la sono messa alla fine) e sono andata.
E MI SONO LAUREATA.
Anche se il presidente della commissione è stato un idiota e si è perso il mio corso di laurea per strada "La dichiaro dottore in... in... in...". In giurisprudenza specialistica, porca puttana. GLIEL'HO DOVUTO DIRE IO. Dopo tutti 'sti cazzo di anni neanche la formula decentemente mi hanno detto. Ma vaffanculo va.
Comunque, chi se ne frega. E' andata. Mi hanno dato anche tutti i miseri punti che potevano darmi. Almeno quello.
E ho avuto la mia corona.
E ho anche pianto.


Sabato la festa, alcuni mi hanno tirato pacco con scuse veramente vergognose, ma peggio per loro.
Mi hanno fatto leggere il papiro. Per chi non lo sapesse è un simpatico poemetto in rima in cui si sputtana allegramente il laureato spiattellando davanti ad amici e parenti tutte le stronzate che ha fatto nella sua vita. Ad ogni errore nella lettura, il laureato deve bere.
Mi hanno conciato così:


 Divisa da pallavolo, stivali orrendi con i brillantini, corona un po' da Lucia Mondella. Praticamente ero Barbie Pallavolista Regina della Tangenziale. 

E le mie cuginette di 6 e 7 anni mi hanno messo lo smalto perlato e con i brillantini. E mi hanno spalmato addosso chili di crema schifosa e spruzzato con un profumo che puzzava. Mi hanno disegnato la faccia con i colori da viso, anzi, ci hanno provato dato che ero talmente sudata da far scivolare il colore.
E ho letto. E ho bevuto.
Ho avuto un momento di cedimento subito dopo, ma una doccia mi ha fatto ripigliare. Io e l'alcool non siamo proprio superamici.
Comunque anche questa è andata. Quelli che sono venuti alla mia festa si sono divertiti e hanno mangiato bene. Io sono contenta di com'è andata. Ed è questo l'importante.
E adesso cuccatevi anche i miei OUTFIT, oggi non ci facciamo mancare niente.

Vestito della discussione.
Ma mi sono messa anche la giacca, ve lo giuro. Nera, of course. Con le maniche lunghe.
Avrei voluto delle scarpe chiuse, ma non ce le ho e non le ho trovate. O meglio, le avevo trovate, ma erano di Prada e costavano tipo un milione di euro.


Vestito della festa.
Lo avevo comprato per il matrimonio numero due dell'anno scorso, ma non l'avevo mai messo. Finalmente ho trovato l'occasione.

E basta.
Questo è il post più lungo dell'universo.
Ma volevo raccontarvi.

E adesso... adesso chi lo sa.
Staremo a vedere.
Intanto sono dottoressa. Dottoressa in Giurisprudenza.
E questo mi piace.

31 commenti:

  1. Bravissima, sono davvero felice per te! A me mancano almeno altri tre anni prima di diventare Dottoressa di Giurisprudenza... ma sogno già il giorno della mia laurea, il vestito che indosserò e il rinfresco che darò dopo. Non vedo l'ora.
    Nel frattempo, ancora complimenti :)

    RispondiElimina
  2. Mi ricordi la mia di tesi: anch'io il giorno (pomeriggio) prima a mettere le trappole al relatore che se la tirava per scoprire che non andava bene una cippa. Ah, bei ricordi...
    Complimenti dottoressa, ah mi piacciono le scarpe dell'outfit della discussione.
    PS: Barbie regina della Tangenziale è bellissimo XD

    RispondiElimina
  3. Congratulazioni!!
    Leggendo questo post mi sono ricordata della mia laurea...che dire, il mio relatore alla discussione non si è proprio presentato perché aveva da fare!

    RispondiElimina
  4. Io sono dottoressa in architettura e tutti mi danno dell'architetto anche se non lo sono. Non ho mai esercitato la professione che fin dai primi giorni dopo la laurea ho rifiutato. Volevo lavorare io. Ma soprattutto avevo bisogno di uno stipendio che con la professione di archietto non so quando avrei visto.
    Poi, non avendo parenti architetti.... Ciao!
    E sono stra-contenta di aver fatto la commessa :)

    Vabbè... detto ciò, cara Laura, è andata. E' questo è già un ottimo traguardo, te lo assicuro.
    Non so se dirti "prendi tutto quello che la vita ti offre", ma oramai te l'ho detto :) Penso che sia il giusto approccio per il futuro.

    un bacio e congratulazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no scusa, non ho capito la tua storia :P ti spiegheresti meglio? ora sono curiosa XD

      Elimina
    2. Non faccio l'architetto, dopo essermi laureata ho fatto per un po' la commessa presso una catena di profumerie locale, lavoro che credo mi sia servito per capire come stare al mondo.
      ...Poi, però, ho trovato lavoro come disegnatore tecnico, attività che faccio tuttora.

      Elimina
  5. ooooh che carina!!! i vestiti sono bellissimi! anche io ho ceduto al pezzo unico anche se all'inizio avevo scelto il tailleur classico per la discussione...tz!!! spero che giovedì non sia così caldo!!! aldilà di tutti questi sproloqui....CONGRATULAZIONI cara!! :)

    RispondiElimina
  6. Evvivaaaaaaa!!! Ancora tanti, tanti complimenti!!! Volevo chiederti...ma in base a cosa la corona va in testa o sulle spalle? Gusto personale?
    I vestiti sono bellissimi! Quello blu mi piace un sacco!
    Io temo il papiro. Lo temo molto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ho deciso io per la corona. Non la volevo grande.
      Grazie per i vestiti!
      Col papiro mi è anche andata bene...

      Elimina
  7. Innanzitutto congratulazioni!
    E complimenti: mi piacciono molto entrambi gli outfit!

    RispondiElimina
  8. Ma questa storia del papiro a me piace troppo!

    Però a questo punto voglio sapere che cosa hanno scritto così possiamo percularti un po' anche noi!!!

    Auguri dottoressa!!!

    Sono troppo felice per te!!! <3

    RispondiElimina
  9. Dottore, dottore, dottore del bbbbbb....

    RispondiElimina
  10. Rinnovo le mie congratulazioni dottoressa!!!! Eri sicuramente la Barbie Pallavolista più figa si tutta la tangenziale ;-) quanto agli outfits: stavi benissimo, il vestiti blu é di pino vero? Preso a noventa e rimasto in armadio con il cartellino ancora su.
    Ps: ma che fisichetto c'hai??? Invidia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, Pinko, preso anch'io a Noventa l'anno scorso! Diciamo che non è adatto per andare a fare la spesa... tolto il cartellino sabato sera dopo un anno che era là.

      Comunque grazie!

      Elimina
  11. grandissima! tanti cari auguri Laura :)
    e non pensare a quei cretini che ti hanno bidonata, peggio per loro... però...però...qualche invito rimasto potevi rifilarlo a qualcuna di noiii :P

    RispondiElimina
  12. congratulazioni!!! ... e complimenti per gli outfit ...

    RispondiElimina
  13. Non so se preferisci essere Dottoressa in giurisprudenza specialistica oppure Barbie Pallavolista Regina della Tangenziale... bella lotta!
    Scherzo, ancora tante congratulazioni :) Anch'io non vedo l'ora di vedere la luce in fondo a questo tunnel chiamato medicina e chirurgia alla fine del quale no, neanche io sarò ancora davvero dottoressa -.-
    Sant'iddio nella prossima vita voglio nascere animale, uno qualsiasi.

    RispondiElimina
  14. Congratulazioni, a me toccherà ancora aspettare un altro anno per laurearmi nella triennale in economia aziendale. Mi sembra infinito e mi chiedo chi me lo faccia fare di studiare :/

    Questo post è davvero simpaticissimo :)

    RispondiElimina
  15. MITICA! Congratulazioni e bellissimo l'abito della discussione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se me lo dici tu, posso andare fiera della mia scelta!

      Elimina
  16. congratulazioni! Belli tutte e due gli outfit!

    RispondiElimina
  17. Io eliminerei le lauree a luglio, dai, fa troppo caldo. Devo andare a vederne una il prossimo anno e ho già l'ansia.
    Comunque congratulazioni! Il vestito di Pinko è davvero bello e ti sta bene, a Milano niente papiro, ma una mia amica si è laureata a Padova e così ho potuto assistere a questo modo diverso di festeggiare, abbiamo riso tantissimo.

    RispondiElimina
  18. Mi chiedo come facciano nel resto d'Italia a non avere IL PAPIRO! E' il momento in cui si può perculare senza tanti scrupoli la dott.ssa! Se avete bisogno contattatemi, sono Barbie Regina delle Rime Scottanti :)

    RispondiElimina
  19. Ti dico solo: BRAVERRIMA!!!
    Sia per la laurea sia per la scelta dei vestiti! Well done!
    Ora goditi lo stra-meritato riposo!

    Abbi una splendida giornata, caVa! =)

    RispondiElimina
  20. arrivo in ritardissimo ma auguriiiii

    RispondiElimina
  21. Intanto è finita e sti cazzi (tranquilla è normale ai laureati in giuri sentirsi dire soprattutto dai nonni "Mia nipote è avvocato"..ma veramente no e soprattutto grazie a dio non lo sarò MAI!

    RispondiElimina
  22. ahah, con riferimento al commento qui sopra, l'altro giorno parlavo con una signora che mi raccontava della figlia "avvocato". Imparo poi che le mancano 3 esami alla laurea.. Io invece rispetto a lei sono una povera vecchia con le rughe premature, quindi non consiglio nemmeno a te questo percorso. Prova magistratura, sei un pò più picinina di me, se non erro, sarebbe un gran bel terno! E complimenti ancora :-)
    Venendo agli argomenti non meno di rilievo, bellissimi tutti gli outfit, soprattutto il vestituccio succinto della Pinko, un gran bel tono di blu.
    E fichissima anche la tenuta da Mila (o Mimì, amavo molto di più Mimì che non la Mila)
    Io non sono stata travestita, avrei tanto desiderato il costumino da pallavolista..

    RispondiElimina
  23. Congratulazioni!!!!
    Il primo vestito per caso è Sportmax? Perchè a me piace da matti e me lo sono pure provata ma qui a R.E. esiste solo beige cacchina di piccione! E bianco è STUPENDO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà il mio vestito è di pennyblack e anche a me piace un sacco! Ma so che esiste anche di un beige che non mi piaceva proprio...

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...