giovedì 30 aprile 2015

Primo quadrimestre

Oggi si concludono i primi quattro mesi del 2015. Un terzo se n'è già andato. Alè. Il tempo vola quando... no, io non mi sto proprio divertendo. Ma per niente.
L'immagine che meglio descrive questi mesi è questa:
Arranco.
C'è sempre qualcosa che non va che si aggiunge alla montagna di casini che già ci sono nella mia vita.
Io non chiederei tanto, solo di stare un po' tranquilla. Serena. E invece no.

Vado avanti solo grazie al pensiero che farò Il Viaggio tra circa un mese e mezzo (ma anche lì sono spuntati dei casini, ovviamente) (però ho sentito ieri Cugino Genio che mi ha detto che mi porterà a vedere le balene) e che farò una Color Run e che domani per fortuna sarà festa.
Intanto corro. O almeno ci provo. Che originale, eh? Non lo fa nessuno.
Cerco (con fatica disumana) di dimagrire. E invece a volte arrivo alla sera che sono distrutta e l'unica cosa che vorrei fare è mangiare pane. Un chilo di pane. Senza niente sopra. Pane.
Guardo Friends e rido. Poi penso al testo della sigla, mi rendo conto che (tolto il ritornello) potrebbe parlare di me e mi viene un po' da piangere.
So no one told you life was gonna be this way
Your job's a joke - You're broke - Your lovelife's D.O.A.
It's like you're always stuck in second gear
When it hasn't been your day, your week, your month, or even your year
E niente. Si va avanti. O almeno ci si prova.
Ogni tanto mi serve sfogarmi un po'. Sperando che le cose migliorino.

9 commenti:

  1. guarda, a me il tempo vola anche quando mi rompo gli zebedei.. non ho mai tempo per me, tempo di far tutto e vengo sempre rimproverata di non fare abbastanza, i parenti mi tartassano sempre gli attributi di cui sopra. In casa mia sono la pecora nera, rappresento il MALE, ti senti meglio?
    sullo star serene, purtroppo alle volte ci rompiamo le uova nel paniere anche da sole, o, almeno nel mio caso, alle volte se mi agito è in parte anche colpa mia, spesso non apprezzo il bello delle cose perchè non voglio vederlo o non è mai abbastanza..
    Quindi, welcome, ti inviterei a bere un birrino, peccato la distanza

    RispondiElimina
  2. Scusa, ma in tutto questo il business dei Conigli Incazzosi te lo sei dimenticato? Aver fatto felici Osvaldo, me e tante altre famiglie che ne hanno adottato uno per te non conta nulla?

    RispondiElimina
  3. No Vale, non mi sento meglio a sapere che neanche tu te la passi bene. In effetti siamo lontanucce, ma berrei volentieri... una birra no perché non mi piace, magari uno spritz dai.

    RispondiElimina
  4. Ma sì che conta, ma a volte semplicemente tutto il resto è troppo da affrontare.

    RispondiElimina
  5. È un momento un po' così, mi passerà.

    RispondiElimina
  6. Non avevo mai fatto attenzione al testo.

    RispondiElimina
  7. Marta Petriglieri1 maggio 2015 14:51

    Corri, se puoi, lascia che le gambe vadano e i pensieri pure. Io uso la corsa un po' come antidepressivo, oltre al fatto che mi piace molto. L'anno scorso mi ha aiutato a perdere 6 kg quindi...funziona! (Ma non mangiare kg di pane..) Sai che anche io vado ad una Color Run? A Trento, e non vedo l'ora!

    RispondiElimina
  8. Io tifo per te, coraggio. Ed intento corro, anche io.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...